ECM - Educazione Continua in Medicina
TOM   TOM - Training On Line Management
CORSO - STORICO EDIZIONI GIA' SVOLTE   
CORSO - STORICO EDIZIONI GIA' SVOLTE

AGGIORNAMENTO PER PEER SUPPORTER - II PARTE

Premessa Premessa

Nell’ambito dell’ascolto attivo non professionale, nel quale gli operatori formati allo scopo agiscono il proprio “essere Pari”, la comunicazione non verbale del corpo riveste un’importanza fondamentale.

La consuetudine a considerare il linguaggio verbale la modalità preferenziale di comunicazione attinge più al senso comune che alla scienza. Gli studi sulla comunicazione indicano, infatti, che nel passaggio di informazioni, il linguaggio verbale incide per il 7%, il paraverbale per il 38% e il non verbale per il 55% (Mehrabian 1972).

Spesso è il corpo che esprime per primo la fatica emotiva legata ad un evento critico o ad un periodo di stress, con segnali di chiusura nella postura, rigidità nei movimenti, contrazione muscolare. Il corpo, inoltre, metacomunica quegli aspetti della comunicazione che ci consentono di capire ad esempio se un messaggio è stato recepito nel modo giusto o se la persona con cui stiamo parlando si sente sufficientemente compresa e ascoltata. È anche una funzione importante del linguaggio non verbale quella di aiutarci a rilevare e correggere eventuali errori nel processo comunicativo che portano l’altro ad allontanarsi o a chiudersi.

Tutto ciò assume un significato pragmatico ancora più importante quando il pari si trova a dover supportare un collega che fatica ad esprimere la sua fatica o a riconoscere l’accumulo di tensioni legate all’ambito lavorativo o a gestire le conseguenze emotive di un evento che lo ha destabilizzato. Spesso una difficoltà che il Pari affronta è, infatti, il pregiudizio negativo degli operatori verso l’esperienza emotiva dolorosa, vissuta come “da nascondere” o “da evitare” e difficile da esprimere.

Saper leggere i segnali non verbali della comunicazione, richiede esercizio e uno sforzo volontario per spostare l’attenzione all’altro, ai suoi movimenti e alle sue espressioni corporee. È necessario che i Pari si mantengano sufficientemente allenati a questo “spostamento attentivo”, per far sì che diventi un’azione sempre meno faticosa e sempre più naturale durante le conversazioni. Tale competenza è strumento per il monitoraggio da parte dei Pari del proprio stato psicofisico e al contempo consente loro di poter cogliere indicatori di benessere e malessere negli

operatori coinvolti negli eventi critici, per facilitare l’ascolto attivo non professionale (da condividere con lo psicologo della rete per la presa di decisioni condivise, come invio sul territorio, necessità di riascolto e modalità, indicazioni di salutogenesi).

In quest’ottica, il corso vuole fornire agli operatori formati come Peer Supporter strumenti concreti ed efficaci, con il supporto dalla letteratura scientifica, per riconoscere e utilizzare il linguaggio del corpo, inteso come veicolo principale di comunicazione nella relazione con l’altro, con particolare attenzione al linguaggio corporeo legato al dolore e alla tensione emotiva.

Obiettivi formativi e descrizione dei contenuti Obiettivi formativi e descrizione dei contenuti

ll corso ha come obiettivo generale quello di allenare i Peer Supporter al riconoscimento dei segnali corporei legati alla comunicazione e all’espressione di stress e fatica emotiva e all’utilizzo pragmatico del linguaggio non verbale e paraverbale per supportare e ascoltare attivamente i colleghi.

Nello specifico ci si propone di:

  • Incrementare la conoscenza degli operatori circa gli indicatori corporei non verbali e paraverbali necessari alla decodifica dei messaggi impliciti;
  • Approfondire la funzione della comunicazione non verbale;
  • Fornire informazioni sulle comunicazioni del corpo e sul ruolo del dolore, delineandone i processi in grado di ridurre o aumentare il fenomeno “ dolorifico” fisico ed emotivo, con focus sulla componente sensorio-discriminativa, affettivo-emozionale, cognitiva e comportamentale;
  • Facilitare una visone del dolore emotivo e fisico come risorsa per una maggior consapevolezza di sé;
  • Fornire informazioni di salutogenesi da praticare come “fattore protettivo” al fine di salvaguardare l’equilibrio e il benessere della persona ascoltata.
Obiettivo Formativo Codificato

AGENAS: Aspetti relazionali (comunicazione interna, esterna, con paziente) e umanizzazione cure
[Obiettivi Formativi di Processo]

Struttura e metodo Struttura e metodo

Sarà utilizzata una metodologia formativa prevalentemente attiva, finalizzata a favorire un processo di apprendimento esperienziale e applicativo. Saranno quindi proposte:

  • esercitazioni e lavori in sottogruppi;

  • simulazioni con role-playing;

  • esercitazione in aula.

Per favorire il consolidamento e la condivisione dei contenuti emersi, sono previsti momenti di restituzione e rielaborazione in plenaria con supporto di power point.

Destinatari Destinatari
 Infermiere    Medico chirurgo  

 
Crediti Crediti
Tipo Accreditamento: Regionale
Crediti approvati: 12.8 Crediti approvati

 
Modalità d'iscrizione Modalità d'iscrizione
Quota di iscrizione per esterni (€): 0.00

 
Documenti Documenti
Nessun documento disponibile

 
Storico delle edizioni già svolte

Edizione 1  (dal 02/10/2019 al 02/10/2019)
Dettaglio variazioni:
  • 20/08/2019: aggiunto incontro in data 02/10/2019 presso AREU IR&TeC_Aula F3
  • 20/08/2019: Modificata Disponibilità
POSTI DISPONIBILI:  20

Tipologie richiedenti ammesse:

Ente Erogatore

Incontri previsti
Data Luogo e ora
02/10/2019 (Wednesday) AREU IR&TeC_Aula F3
dalle h 09:00 alle h 18:00
AREU IR&TeC_Aula F3
Viale Monza 223
20126 Milano (MI)
IT
Docenti
  • BALDINU Carmela (Clienti Esterni)
Referenti
Informazione non disponibile
Altri Ruoli Formativi
Informazione non disponibile
Periodo Iscrizioni: dal 19/08/2019 al 20/09/2019

 
Documenti Documenti
Nessun documento disponibile
Edizione 2  (dal 23/10/2019 al 23/10/2019)
POSTI DISPONIBILI:  20

Tipologie richiedenti ammesse:

Ente Erogatore

Incontri previsti
Data Luogo e ora
23/10/2019 (Wednesday) AREU IR&TeC_Aula F3
dalle h 09:00 alle h 18:00
AREU IR&TeC_Aula F3
Viale Monza 223
20126 Milano (MI)
IT
Docenti
  • BALDINU Carmela (Clienti Esterni)
Referenti
Informazione non disponibile
Altri Ruoli Formativi
Informazione non disponibile
Periodo Iscrizioni: dal 19/08/2019 al 11/10/2019

 
Documenti Documenti
Nessun documento disponibile
Edizione 3  (dal 13/11/2019 al 13/11/2019)
POSTI DISPONIBILI:  20

Tipologie richiedenti ammesse:

Ente Erogatore

Incontri previsti
Data Luogo e ora
13/11/2019 (Wednesday) AREU IR&TeC_Aula F3
dalle h 09:00 alle h 18:00
AREU IR&TeC_Aula F3
Viale Monza 223
20126 Milano (MI)
IT
Docenti
  • BALDINU Carmela (Clienti Esterni)
Referenti
Informazione non disponibile
Altri Ruoli Formativi
Informazione non disponibile
Periodo Iscrizioni: dal 19/08/2019 al 01/11/2019

 
Documenti Documenti
Nessun documento disponibile

Informazioni confidenziali: il contenuto non può essere divulgato, direttamente o indirettamente, totalmente o parzialmente   Azienda Regionale Emergenza Urgenza SISTEMA SANITARIO REGIONE LOMBARDIA
Azienda Regionale Emergenza Urgenza
Via Alfredo Campanini 6 - 20124 Milano (MI)
P.IVA 03128170135
Per assistenza e/o informazioni contattare la S.C. Formazione: Tel. 02.67129051 - formazione@areu.lombardia.it
Informazioni confidenziali: il contenuto non può essere divulgato, direttamente o indirettamente, totalmente o parzialmente
Nouvelle srl TOM - il gestionale WEB per la formazione ECM realizzato da:
Nouvelle srl - Via Giardini 456/C - 41124 Modena
TOMTOM (Version 4.5.0 - Build: 20191207_094118 - areu - PROD) - 12/12/2019
Sito visualizzato in modalità: DESKTOP